Una parola per le mamme

È iniziata così. Avevo appena riposto gli avanzi della cena in frigorifero. In un attimo, una prepotente e subdola stanchezza mi ha imposto di accasciarmi a terra. Avevo la schiena appoggiata contro il pannello grigio del congelatore, le gambe rannicchiate verso il petto e le mani sulle ginocchia. Ero disorientata da quella tristezza arrivata così, …

Come evitare le etichette

Tempo fa ho pubblicato un post sul rinforzo positivo. Devo ammetterlo, da allora sono diventata anch'io un pò urlatrice (leggi: ormoni ballerini/terza gravidanza/primogenito oppositivo e provocatore/terribili due di Rambo). Da questa fase spero di uscirne... prima o poi, ma pur mantenendo sempre un alto autocontrollo, ho compreso meglio quanto sia difficile per molti genitori riuscire …